Oasy da Paolo Hotel Ristorante
Oasi da paolo

Cofano e la Torre di Tuono

Cofano e la Torre di Tuono

natura a perdita d'occhio


Castelluzzo: tragitti sterrati, calette di sassi bianchi e roccia scura.

Uno zigzag di panorami incorniciati da Monte Cofano che, guardiano attento di questa fetta di costa, si erge protettivo e imponente.

Ai suoi piedi la Torre di Tuono risalente al 1500 e costruita per difendere il borgo marinaro allora esistente.

Fermarsi un giorno alla Tonnara di Cofano è una scelta che si assapora lentamente, mentre ci si immerge nelle acqua cristalline del suo mare.

Giorni preziosi,  lontani da una folla che si percepisce a distanza.

Alla riserva si accede pagando un biglietto.

Pochi spiccioli e una breve camminata per trovarsi dentro ad un paradiso in terra come pochi.

I vacanzieri affollano altri lidi, il mare della torre è lusso per pochi, per chi riesce ad apprezzare il silenzio, una natura magnifica e incontaminata attorno.

Non ci sono bar nelle vicinanze.

 Il fatto però, che sia riserva e che l’ingresso è vietato alle automobili, fa di questo posto, un’ eccezione.

Una natura piena, incontenibile nella sua magnificenza.

Dalle spalle della torre parte un sentiero praticabile che si snoda lungo la vegetazione di palma nana.

Percorrerlo tutto vi fa arrivare a Cornino. E’ un percorso adatto a tutti e breve.

Ad un tratto, il Passo della zita, uno strapiombo sul mare che secondo una leggenda, ha visto la morte di una giovane coppia di innamorati. Pare che i due giovani si stessero recando da San Vito ad Erice per unirsi in matrimonio e sorpresi da una frana, caddero in acqua, affogando. In alcuni giorni di vento propizio, guardando il mare sotto al dirupo, la schiuma delle onde si unisce fino a rievocare un abito da sposa.


Uno dei periodi migliori per approfittare di una passeggiata nella riserva, è la Primavera. L’acqua sarà ancora piuttosto fredda per un bagno, ma potrete ammirare con calma e senza soffrire il picco del sole, tutto il paesaggio attorno.

A perdita d’occhio la bellezza della costa: montagna che incontra il mare.